18 novembre 2019
Aggiornato 05:00
Esteri | Norvegia

Strage Utoya, a Oslo la sentenza per Breivik

Per l'estremista di destra di 33 anni, autore il 22 luglio 2011 di un massacro costato la vita a 77 persone, si apriranno le porte del carcere o quelle di una clinica psichiatrica

OSLO - La corte distrettuale di Oslo pronuncerà oggi la sentenza contro Anders Behring Breivik: per l'estremista di destra di 33 anni, autore il 22 luglio 2011 di un massacro costato la vita a 77 persone, si apriranno le porte del carcere o quelle di una clinica psichiatrica. Se giudicato penalmente responsabile e condannato, Breivik non presenterà appello. In ogni caso, l'autore della strage di Utoya potrebbe chiedere brevemente la parola, anche se non è ancora certo che la Corte dia il suo assenso.

BREIVIK VUOLE ESSERE DICHIARATO SANO DI MENTE - L'avvocato Gerd Lippestad ha precisato che nel caso i giudici lo riconoscessero invece penalmente irresponsabile Breivik farà domanda di appello contro un'eventuale condanna: l'uomo vorrebbe essere dichiarato sano di mente per non screditare la sua ideologia razzista e xenofoba.
Nel primo caso Breivik rischia 21 anni di carcere - pur prolungabili indefinitamente se venisse riconosciuto socialmente responsabile - mentre nel secondo verrebbe rinchiuso in un istituto psichiatrico, probabilmente a vita: il tribunale di Oslo dovrebbe pronunciare il suo verdetto alle 10 ora italiana.