17 ottobre 2019
Aggiornato 12:00
Medio Oriente | Iran

La «spia» della CIA è un americano di origine iraniana

L'arresto di Amir Mirza Hekmati è stato annunciato ieri

TEHERAN - Il sospetto agente della Cia arrestato da Teheran è un americano di origine iraniana. Lo ha reso noto oggi la televisione pubblica iraniana, che ha mostrato il detenuto mentre ammette di aver avuto come missione quella di infiltrarsi nel ministero dei servizi di intelligence. L'emittente ha identificato l'uomo in Amir Mirza Hekmati, nato in Arizona.
Stando a quanto annunciato ieri da Teheran, l'uomo avrebbe lavorato come analista per l'esercito statunitense in Iraq e in Afghanistan e sarebbe stato individuato dai servizi di sicurezza iraniani mentre stava svolgendo un corso di addestramento nella base statunitense di Bagram, in Afghanistan. L'arresto sarebbe stato eseguito al suo rientro in Iran.