15 aprile 2021
Aggiornato 00:00
Premio Nobel | Medicina

Nobel agli studiosi del sistema immunitario, uno di loro è morto

A Beutler, Hoffmann e Steinmann. Quest'ultimo deceduto da 3 giorni. La motivazione: i laureati col Nobel di questo anno hanno rivoluzionato la nostra comprensione del sistema immunitario scoprendo uno dei principi chiave della sua attivazione

STOCCOLMA - Il premio Nobel per la medicina è stato assegnato all'americano Bruce Beutler al francese (nato in Lussemburgo) Jules Hoffmann e al canadese Ralph Steinmann, quest'ultimo deceduto tre giorni prima di ricevere il riconoscimento. La scelta del comitato è dovuta agli studi degli scienziati in questione sui sistemi immunitari basati su una ricerca in cui si mostra come le mosche si difendono dai microrganismi. I laureati col Nobel di questo anno - dice il comunicato del comitato - hanno rivoluzionato la nostra comprensione del sistema immunitario scoprendo uno dei principi chiave della sua attivazione».

Il premio, precisa il comunicato, va per metà a Beutler e Hoffmann «per i loro lavori sul sistema immunitario innato», per l'altra metà a Steinmann per la sua ricerca sul «sistema immunitario adattativo». La ricerca dei tre premiati, dice sempre il comitato, hanno aperto la strada alla realizzazione di nuovi farmaci e vaccini che consentono di combattere le deficienze immunitarie come l'asma, la poliartrite reumatoide e la malattia di Crohn.

Per quanto riguarda gli altri premi Nobel domani sarà annunciato quello per la fisica, mercoledì quello per la chimica e venerdì il Nobel per la Pace. La settimana prossima invece sarà la volta dei riconoscimenti per la letteratura e l'economia.