25 ottobre 2021
Aggiornato 22:00
La guerra di Libia

Il CNT annuncia la formazione di un governo ad interim fino alla liberazione

Istituito il «ministero» dei Martiri e delle vittime di guerra. Jalil: «Invitiamo il popolo libico a essere paziente perché l'ora della liberazione si avvicina»

BENGASI - Il presidente del Consiglio nazionale di transizione (Cnt), Mustafa Abdel Jalil, ha annunciato a Bengasi la formazione di un nuovo esecutivo provvisorio, in attesa della proclamazione della liberazione totale del Paese che segnerà l'inizio della transizione.
Invitiamo il popolo libico a essere paziente perché l'ora della liberazione si avvicina. Il Cnt e Mahmoud Jibril (leader dell'esecutivo) sono arrivati negli ultimi due giorni alla conclusione di riformare l'esecutivo», ha dichiarato Jalil nel corso di una conferenza stampa.
Secondo il presidente del Cnt, Mahmoud Jibril resterà a capo dell'esecutivo e conserverà il suo posto di «ministro» degli Esteri.

«Ieri (domenica) ho presentato le dimissioni al Consiglio nazionale di transizione. Hanno giudicato che questo non era il momento giusto e che questo avrebbe potuto influire sull'unità nazionale», ha dichiarato Jibril a questa stessa conferenza stampa. «Ho deciso questo su questa base, ho ritirato le mie dimissioni, ma diventeranno effettive alla liberazione del Paese».
Il presidente del Cnt ha annunciato che anche il «ministro» del Petrolio e delle Finanze, il «ministro» dell'Informazione e quello della Difesa manterranno il loro incarico in questo nuovo esecutivo, quasi invariato. Jalil ha tuttavia segnalato che il posto di numero due dell'esecutivo è stato abolito. Ha annunciato inoltre la creazione del «ministero» dei Martiri e delle vittime di guerra.