16 dicembre 2019
Aggiornato 13:30
Iran

Divergenze con Ahmadinejad, lascia viceconsole a Milano

Ahmad Maleki si unisce all'opposizione. Chiederà asilo politico alla Francia

PARIGI - Un diplomatico iraniano in Italia ha lasciato il suo incarico «per denunciare la politica» del presidente Mahmoud Ahmadinejad e del suo regime: lo ha annunciato oggi il movimento di opposizione iraniano Onda verde. «Ahmad Maleki, primo segretario e viceconsole del consolato generale della Repubblica islamica d'Iran a Milano, nipote di Mehdi Karoubi, ha fatto defezione per denunciare la politica di Ahmadinejad e del suo regime, ed ha così raggiunto il popolo iraniano nella sua lotta per la liberazione dell'Iran», ha annunciato in un comunicato Amir Hossein Jahanchahi, fondatore dell'Onda verde.

«Ahmad Maleki e la sua famiglia sono arrivati oggi in Francia, paese al quale chiederanno l'asilo politico», secondo il comunicato. «Annunciando così pubblicamente la sua defezione, e raggiungendo le file dei combattenti iraniani, Ahmad Maleki invia un messaggio agli iraniani e all'opinione pubblica del mondo intero, che (l'opposizione, ndr) non è sola nella sua lotta, che sarà raggiunto apertamente a tempo debito da membri chiave del regime attuale», ha commentato Jahanchahi.