16 dicembre 2019
Aggiornato 04:00
Regime iraniano

Ahmandinejad contrario al verdetto contro il regista Panahi

Condannato a sei anni di carcere

TEHERAN - Il governo di Teheran si oppone alla condanna inflitta dalla giustizia iraniana al regista Jafar Panahi. Lo ha detto il capo del gabinetto del presidente Mahmoud Ahmadinejad.

Il regista iraniano Jafar Panahi è stato condannato per «propaganda antiregime» a sei anni di prigione, dopo essere stato arrestato a Teheran il primo marzo scorso durante le manifestazioni dell'opposizione contro la rielezione di Mahmoud Ahmadinejad. A Panahi è stato anche vietato di viaggiare all'estero e realizzare nuove pellicole cinematografiche per i prossimi venti anni.

L'ho già detto in passato, il giudizio contro di lui (Jafar Panahi) è stato pronunciato dalla giustizia; il governo e il presidente non condividono questo parere», ha dichiarato Esfandiar Rahim Mashaie. «Non siamo d'accordo sul fatto che Jafar Panahi non possa lavorare per un periodo così lunga», ha aggiunto. (fonte afp)