1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Missione ISAF

Obama: non abbandoneremo gli afgani dopo il 2014

Il Presidente americano: «Quando la sicurezza sarà gestita dall'esercito nazionale»

LISBONA - L'Afghanistan non sarà abbandonato dalla comunità internazionale una volta trasferita all'esercito afgano, nel 2014, la responsabilità della sicurezza del Paese. Lo ha dichiarato il Presidente americano Barack Obama al quotidiano portoghese Publico, a poche ore dall'apertura a Lisbona del vertice della Nato.
«A Lisbona definiremo un approccio comune per poter avviare la transizione che porterà gli afgani ad assumere, a partire dal prossimo anno, la responsabilità della sicurezza del Paese e a soddisfare l'obiettivo del presidente Hamid Karzai di completare questo processo prima della fine del 2014», ha dichiarato Obama.
«E se anche la riduzione delle truppe e la transizione in questione cominceranno il prossimo luglio - ha aggiunto il presidente americano - la Nato, così come gli Stati Uniti, daranno vita a un rapporto di partenariato duraturo con l'Afghanistan, in modo che sia chiaro fin da subito che nel momento in cui gli afgani prenderanno in mano le operazioni non saranno abbandonati a loro stessi».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal