2 dicembre 2020
Aggiornato 07:30
Brasile

Ballottaggio presidenziali, Dilma vola nei sondaggi

Il vantaggio è salito di sei punti. Lo sfidante Serra colpito alla testa da un oggetto durante un comizio

BRASILIA - Dilma Rousseff vola nei sondaggi sul ballottaggio alle elezioni presidenziali brasiliane che si terrà il 31 ottobre. La candidata del partito dei lavoratori (Pt) di Lula ha ottenuto il 51% delle intenzioni di voto, contro il 40% dello sfidante, il social-democratico José Serra, ex governatore di San Paolo. Il sondaggio è dell'istituto Ibope.

Aumenta il vantaggio - Il vantaggio di Dilma - come viene semplicemente chiamata - è salito di sei punti, rispetto alla settimana scorsa. E, per la prima volta, la candidata del Pt ha invertito una tendenza che, dopo il primo turno del 3 ottobre, la vedeva costantemente in ribasso. Non sembra aver influito negativamente, sul destino di Dilma, la scelta di Marina Serra, la candidata dei Verdi, di non schierarsi a suo favore, ma di mantenersi indipendente. Serra è stata la sorpresa del primo turno, quando ha ottenuto il 19,3% dei voti.

Prosegue, intanto, la campagna elettorale dei due candidati. José Serra, durante un comizio in un quartiere operaio di Rio de Janeiro, è stato colpito alla testa «da un pesante oggetto», durante i tafferugli scoppiati tra i suoi sostenitori e quelli di Dilma. Curato in ospedale, Serra ha annullato i seguenti impegni politici della giornata. «I sostenitori di Dilma hanno atteggiamenti tipici dei fascisti» ha affermato Serra. Circa 136 milioni di elettori, il 31 ottobre, sceglieranno il successore di Lula, costretto a lasciare dopo due mandati.