23 gennaio 2020
Aggiornato 04:00
Filippine

Donna riconosce aver abbandonato neonato su aereo

Il bimbo era stato ritrovato tra rifiuti

Manila, 16 set  - Una donna filippina ha riconosciuto di aver partorito e abbandonato il figlio su un volo della Gulf Air proveniente dal Bahrain e atterrato all'aeroporto di Manila. Il fatto si era verificato quattro giorni fa e subito si erano attivate le ricerche per identificare la madre.

Lo ha confermato oggi una deputata filippina, Lani Mercado, dopo aver parlato con la donna da cui ha ottenuto le spiegazioni del gesto. "Ha ammesso che era il suo bambino", ha spiegato Mercado, invitando la stampa a non giudicare frettolosamente il suo caso. "Preghiamo affinché questa storia abbia un lieto fine". Le autorità hanno disposto comunque un esame del Dna, per non incorrere in errori.

Il bimbo, un neonato di tre chili e in buona salute, deve la sua vita alla diligenza di un addetto alla sicurezza dell'aeroporto di Manila che lo ha ritrovato fortuitamente nei sacchi della spazzatura del velivolo atterrato all'aeroporto della capitale filippina. Il piccolo era avvolto in un telo, ancora con la placenta attaccata: sarebbe morto nel giro di pochi minuti se l'addetto dello scalo non avesse notato qualcosa muoversi all'interno di uno dei sacchi rifiuti scaricati dall'aereo.