3 dicembre 2020
Aggiornato 08:30
Brasile

Presidenziali, nei sondaggi avanti la delfina di Lula

A poco meno di due mesi dal primo turno elettorale la candidata del Partito dei Lavoratori ha 17 punti sul conservatore Serra

SAN PAOLO - Dilma Rousseff, candidata del Partito dei Lavoratori alla presidenza brasiliana, è largamente in testa nei sondaggi con 17 punti di vantaggio sul rivale conservatore José Serra: è quanto risulta da una rilevazione pubblicata dal quotidiano Datafolha a poco meno di due mesi dal primo turno elettorale, fissato per il 3 ottobre.

17 punti di vantaggio - Rousseff, che ha l'appoggio del presidente uscente Luiz Inacio Lula da Silva, otterrebbe il 47% delle preferenze contro il 30% di Serra; in un analogo sondaggio effettuato nel luglio scorso il candidato conservatore veniva dato in vantaggio di un punto percentuale.
Se nessuno dei candidato ottenesse la maggioranza al primo turno si andrebbe al ballottaggio, fissato per il 24 ottobre. Il sondaggio è stato effettuato su un campione di 2.727 elettori, con un margine di errore di due punti percentuali.