7 giugno 2020
Aggiornato 02:30
Stati Uniti

I vermi costringono volo US Airways all'atterraggio

Carne avariata nel porta bagagli: le larve cadono sui passeggeri

NEW YORK - Emergenza vermi su un volo della US Airways. Lo scorso lunedì un aereo diretto a Charlotte in North Carolina, è stato costretto al rientro all'aeroporto di Atlanta poco dopo il decollo. La colpa è di un uomo che aveva portato come bagaglio a mano della carne andata a male. L'aereo era in volo da 5 minuti quando le larve di insetti, formatesi nella valigia, hanno cominciato a cadere sulle teste dei passeggeri. Il pilota ha deciso di atterrare immediatamente per disinfestare il Boeing 737.

Donna Adamo aveva raggiunto da poco il suo posto, quando un passeggero alle sue spalle ha iniziato a litigare con il personale dell'aereo rifiutandosi di sedersi. «Ho sentito la parola verme e tutti ci siamo allarmati, avevo visto delle mosche volare, ma non gli avevo dato peso» racconta la Adamo all'Associated Press, «poi ho sentito qualcosa che mi toccava la testa, e un verme mi è caduto proprio davanti alla faccia».

Il pilota ha annunciato che a causa di «una piccola emergenza a bordo» l'aereo sarebbe rientrato subito a Atlanta. Una volta atterrati, i passeggeri sono stati fatti scendere e gli addetti alle pulizie sono saliti a bordo, una volta arrivato a Charlotte, il velivolo è stato sottoposto a disinfestazione completa.

Il proprietario della carne è stato imbarcato su un altro volo e i passeggeri che avevano delle coincidenze da prendere non hanno avuto problemi, gli aerei hanno aspettato.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal