8 aprile 2020
Aggiornato 18:00
Erano arrivate subito dopo il sisma

Haiti, le truppe americane lasciano il Paese

In molti temono che il ritiro si traduca in una perdita di interesse da parte del resto del mondo verso l'isola

PORT AU PRINCE - Le forze americane hanno cominciato a evacuare Port-au-Prince lasciando gli haitiani e gli operatori umanitari a chiedersi se i peacekeeper dell'Onu e la polizia locale saranno sufficienti a mantenere l'ordine nella capitale devastata dal sisma del 12 gennaio. Più di 500.000 persone vivono ancora nei campi di fortuna resi ancora più inagibili dalle piogge degli ultimi giorni. In molti temono che il ritiro delle truppe americane si traduca in una perdita di interesse da parte del resto del mondo verso l'isola.

«La nostra missione è terminata, essenzialmente», ha dichiarato, da parte sua, il generale Douglas Fraser, comandante dell'operazione americana nell'isola, precisando che alcune decine di uomini resteranno in loco nell'ambito delle forze Onu. I soldati americani erano arrivati ad Haiti subito dopo il terremoto raggiungendo le oltre 15mila unità nel Paese caraibico.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal