4 giugno 2020
Aggiornato 17:30

A Parigi disordini tra tifosi algerini

Bottiglie contro la polizia che risponde coi lacrimogeni

PARIGI - La calma è stata ristabilita poco prima delle 3.30 sugli Champs Elysees dopo i disordini della serata tra i tifosi della nazionale di calcio algerina e le forze dell'ordine a Parigi, secondo quanto ha costatato un giornalista dell'Afp. I cortei di tifosi algerini che manifestavano la gioia per la qualificazione ai mondiali di calcio in Sudafrica, sono stati accompagnati da incendi, vetrine fracassate e lanci di bottiglie contro le forze dell'ordine.

Poco dopo le 23, piccoli gruppi di tifosi dell'Algeria, riuniti sul viale degli Champs Elysees, hanno cominciato a gettare oggetti, soprattutto bottiglie, sulle forze dell'ordine che hanno risposto usando i gas lacrimogeni.

La vetrina di un ristorante, quella di un negozio di abbigliamento e di una gioielleria sono state fracassate, un altro negozio è stato saccheggiato. Gli Champs Elysees sono diventati una pista per motorini e auto che facevano avanti e indietro per festeggiare la qualificazione dell'Algeria a Sudafrica 2010.

Diversi scooter e cassonetti sono stati dati alle fiamme vicino all'Arco di Trionfo. La circolazione è stata ristabilita verso l'una, ma migliaia di giovani giocavano come il gatto col topo con i poliziotti, i quali hanno proceduto a diversi arresti.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal