16 ottobre 2019
Aggiornato 02:00
L'attentato ha provocato 43 vittime e 65 feriti

Nato: talebani «responsabili» di attentati Kandahar

Rasmussen condanna attacco, perpetrato senza rispetto per civili

BRUXELLES - Sebbene abbiano negato, i talebani devono essere considerati responsabili dell'attentato che ieri a Kandahar ha fatto almeno 43 vittime e 65 feriti. E' quanto ha dichiarato il portavoce della Nato, James Appathurai, spiegando: «Ho visto che i talebani hanno negato di essere responsabili, ma non possono lavarsi le mani di questo».

«I talebani fanno regolarmente attacchi terroristici in tutto il paese, accolgono le organizzazioni terroristiche... Non possono autoassolversi dalla responsabilità di questo attacco, che sia diretta o indiretta», ha proseguito il portavoce dell'Alleanza atlantica.

«Il segretario generale Anders Fogh Rasmussen condanna, a nome della Nato, l'attentato di Kandahar. Questo è stato perpetrato senza nessun rispetto per le vite dei civili e ha portato un livello tragicamente alto di vittime», ha aggiunto Appathurai.