12 novembre 2019
Aggiornato 18:30
Primo passo exit strategy

Obama: «In Afghanistan svolta dopo voto»

Il Presidente vede condizioni per maggiore autonomia di Kabul

NEW YORK - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha espresso l'auspicio che dopo le elezioni di fine agosto, l'operazione militare in Afghanistan entri in una nuova fase. Il presidente pensa ai primi passi della exit strategy che preveda un trasferimento di responsabilità alle autorità di Kabul, anche nella garanzia della sicurezza del Paese che oggi è affidata alla coalizione guidata della Nato.

Per Obama, che ha parlato ai reporter a margine del bilaterale con il primo ministro olandese Jan Peter Balkenende, ci sarebbero le condizioni per una maggiore autonomia dell'esercito afgano, delle forze di polizia e del sistema giudiziario.