23 marzo 2019
Aggiornato 11:30
Nomine

«Nessun commissariamento di Inps e Inail»

Nota del Ministero del Lavoro: «Ritorno ad un Consiglio d'amministrazione non prevederà alcuna decadenza degli attuali vertici»

Il Presidente dell'INPS, Tito Boeri
Il Presidente dell'INPS, Tito Boeri ANSA

ROMA - Il Ministero del Lavoro «non intende procedere con il commissariamento dell'Inps e dell'Inail». E' quanto precisa una nota. «La norma che prevede il ritorno ad un consiglio d'amministrazione non prevederà alcuna decadenza degli attuali vertici, le cui funzioni saranno riviste seguendo una logica di una gestione collegiale degli enti - si legge - Dal ministero non sarà presentata alcuna norma che ponga alcun commissario a capo dei due enti».

I CDA di Inps e Inail

Nell'ultima bozza del decreto legge sul reddito di cittadinanza e quota 100, vengono infatti reintrodotti all'articolo 24 i cda di Inps e Inail, composti da 5 componenti compreso il presidente, «senza comportare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica».