15 agosto 2018
Aggiornato 21:00

Casa, è tempo di ristrutturazioni e riqualificazioni

Secondo un recente sondaggio lanciato da Habitissimo, si apre uno scenario positivo per il mondo delle ristrutturazioni e delle riparazioni in casa
Casa, è tempo di ristrutturazioni e riqualificazioni
Casa, è tempo di ristrutturazioni e riqualificazioni (Shutterstock.com)

Per coloro che hanno appena comprato un immobile che necessita di una ristrutturazione oppure per chi abita da tempo in una casa e vorrebbe rinnovar i locali, nessun momento dell’anno sembra più indicato di quello attuale.
Secondo un recente sondaggio lanciato da Habitissimo, nel secondo trimestre del 2018 ci sarà un picco di attività nel mondo dei lavori in casa con il 76% degli intervistati che dichiara di avere intenzione di fare un intervento in casa nel secondo trimestre del 2018, di cui il 33,8% prevede lavori di imbiancatura, il 23,7% piccole riparazioni e il 10% ristrutturazioni parziali.

In effetti i vantaggi nell’eseguire dei lavori in casa nella bella stagione sono innumerevoli. Tra questi spicca la facilità di accedere agli ambienti esterni senza temperature rigide o pioggia. Si pensi anche solo alla comodità di poter disporre l’attrezzatura per il calcestruzzo in giardino o spostare i mobili in terrazzo durante un’imbiancatura. Di sicuro la primavera è capace di accorciare i tempi di esecuzione dei lavori e di conseguenza far diminuire lo stress.

Ma i vantaggi del clima non sono le uniche motivazioni per eseguire dei lavori. Un'ulteriore ragione per ristrutturare casa è data dai vantaggi economici descritti dalla campagna informativa appena lanciata dal MEF #casaconviene con lo scopo di aiutare i cittadini a scoprire le opportunità per acquisto, affitto e ristrutturazioni.

Tra le principali novità che riguardano il mondo delle ristrutturazioni e della riqualificazioni: il «Bonus verde» che prevede la detrazione Irpef per i lavori a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi oltre alla realizzazione di coperture a verde e giardini pensili;   l’ «Ecobonus», agevolazione per la riqualificazione energetica degli edifici esistenti che consente di detrarre dall’Irpef o dall'Ires una parte degli oneri sostenuti per eseguire interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti; e il Sisma Bonus, detrazione per la riqualificazione sismica attraverso l’adozione delle misure antisismiche per la messa in sicurezza di tutti gli immobili abitativi nonché per quelli utilizzati per attività produttive situati nel territorio dello Stato italiano.