20 settembre 2019
Aggiornato 14:00
Al via dal 2017

Amazon Italia, nuovo centro di distribuzione nel Lazio: 1200 posti di lavoro

Amazon sbarca in Sabina e promette 1200 nuovi posti di lavoro a Passo Corese, in provincia di Rieti. Per il sindaco è "un risultato decisivo" per il rilancio economico e occupazionale della zona

ROMA - Amazon sta per aprire un nuovo Centro di Distribuzione nel Lazio, che darà lavoro a 1200 persone entro tre anni dall'avvio dell'attività. Il nuovo polo logistico vedrà luce nel Comune di Fara Sabina (in provincia di Rieti), nella frazione di Passo Corese. E con i suoi 150 milioni di euro è il più grande investimento da parte di un'azienda straniera in Italia da quando il governo Renzi ha annunciato il piano per la banda larga.

Amazon sbarca in Sabina
Amazon ha deciso di puntare sul Lazio per soddisfare la crescita della sua domanda nel Belpaese. Nell'autunno del 2017 sorgerà un nuovo Centro di Distribuzione a Passo Corese, frazione del Comune di Fara in Sabina (Rieti), a 30 km da Roma. Il nuovo polo logistico è un investimento di circa 150 milioni di euro e dovrebbe permettere di creare fino a 1.200 nuovi posti di lavoro entro tre anni dall'avvio delle attività. E' il progetto più grande promosso da un'azienda straniera in Italia da quando il governo Renzi ha annunciato l'intenzione di rafforzare la fibra ottica nazionale.

1200 nuovi posti di lavoro a Passo Corese
A dare l'annuncio è stato Roy Perticucci, Amzon Vice-President Operations Europe: «Negli ultimi cinque anni abbiamo creato più di 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato» nel centro di distribuzione attivo a Castel San Giovanni e oggi «siamo lieti di annunciare che ne creeremo altri 1.200 nel nuovo polo di Passo Corese nei prossimi tre anni». Questa nuova unità operativa sarà integrata nel network di Amazon che conta ventinove Centri di Distribuzione in sette Paesi europei, che «ci permettono di rispondere alla crescita della domanda e di mantenere le nostre promesse di consegne veloci e affidabili» ai clienti in Italia.

Per il sindaco è un risultato «decisivo» per l'economia locale
Secondo Pertinucci «da questo investimento trarrà vantaggio anche l'economia locale», con nuovi posti di lavoro e nuove opportunità per le imprese di collaborare con uno dei più avanzati network logistici al mondo, che raggiunge milioni di clienti in tutta Europa. Il sindaco di Fara in Sabina, Davide Basilicata, si è detto «felice ed orgoglioso» per la notizia, che «ripaga il lavoro della nostra amministrazione e quello di tutti i soggetti pubblici e privati che si sono impegnati per la realizzazione di questo progetto finalmente è divenuto realtà». Per il sindaco si tratta di un «risultato decisivo per il rilancio economico e occupazionale che questa straordinaria occasione produrrà».