28 settembre 2020
Aggiornato 01:30
400 auto elettriche in 3 anni

Car sharing di Bollorè debutta a Torino: un investimento da 13 milioni di euro

Fino all'autunno il servizio sarà sperimentato dal Comune e da grandi aziende che vorranno sostituire le flotte aziendali con le Blue Car, le auto di Bollore' disegnate da Pininfarina e prodotte nel Canavese a Bairo

TORINO - Quattrocento auto elettriche e 750 colonnine entro tre anni. E' il piano per Torino del car sharing del gruppo Bollore', che oggi davanti al Politecnico ha inaugurato la prima stazione di ricarica con cinque colonnine e tre auto. A tenere a battesimo il debutto in Italia del Gruppo Bollore' nella mobilità sostenibile il sindaco di Torino, Piero Fassino, il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio e Marie Bollore', a.d. del gruppo transalpino.

400 auto elettriche e 750 colonnine entro 3 anni
Il 18 aprile le colonnine diverranno 15, per poi salire a 35 in maggio e via via arrivare all'obiettivo di 750, per un investimento di 13 milioni di euro. «L'investimento iniziale e' di 4 milioni di euro per il 2016» ha precisato Marie Bollore'. Fino all'autunno il servizio sarà sperimentato dal Comune e da grandi aziende che vorranno sostituire le flotte aziendali con le Blue Car, le auto di Bollore' disegnate da Pininfarina e prodotte nel Canavese a Bairo. Le auto e il servizio sono già stati ampiamente rodati a Parigi, dove Autolib conta 278mila abbonati, Lione, Bordeaux e a Indianapolis negli Stati Uniti.

A settembre le auto saranno a disposizione di tutti i torinesi
«A settembre, quando le auto saranno a disposizione di tutti i torinesi, le colonnine di ricarica saranno 250 e non saranno ad uso esclusivo di Blue Car. Chi compra una auto elettrica potra' fare un contratto con Iren per usufruire delle stazioni di ricarica» ha spiegato l'assessore trasporti del Comune di Torino, Claudio Lubatti. «Le nostre colonnine sono ovunque un formidabile catalizzatore per il mercato delle auto elettriche. A settembre scorso siamo sbarcati a Indianapolis, poi Torino, mentre quest'anno sbarcheremo a Londra", ha spiegato.

Scommettere sulla mobilità elettrica aiuta le nostre imprese
«Le auto vengono prodotte anche in uno stabilimento francese, ma manterremo il lavoro in entrambi i siti» ha aggiunto Serge Amabile, presidente di Blue Torino. «Abbiamo puntato in questi anni nella mobilità sostenibile. Scommettere sulla mobilità elettrica e' una scelta coerente. Il car sharing di Bollore' rappresenta una perfetta sinergia tra pubblico e privato, che può dare nuove opportunità ai cittadini, oltre ad essere un occasione per sostenere il nostro sistema produttivo» ha commentato il sindaco Fassino. TIMmusic è partner del progetto Blue Torino e, in collaborazione con la major Universal Music, accompagnerà gli utenti delle auto ecologiche.