Mercato immobiliare

Le 10 città dov'è più facile trovare casa e amore

In vetta Trieste, poi Verona e Ravenna. L'indagine di Immobiliare.it è stata condotta incrociando stipendi medi, prezzi delle case e numero di single residenti. L'incrocio delle variabili considerate ha determinato una classifica per certi versi insolita.

ROMA - Nel giorno di San Faustino, protettore dei single, Immobiliare.it ha individuato le 10 città italiane dov'è più facile trovare casa e amore, scoprendo che è Trieste la prima località della top ten in cui si hanno le maggiori possibilità di individuare l'anima gemella e la casa dei propri sogni. Sul podio seguono Verona e Ravenna.

L'indagine è stata condotta incrociando stipendi medi, prezzi delle case e numero di single residenti. L'incrocio delle variabili considerate - si legge in una nota - ha determinato una classifica per certi versi insolita, che vede trionfare, per convenienza e possibilità di incontri, città di medie dimensioni e con alti livelli di servizi. Come anticipato, a guidare questa classifica è Trieste: la sua posizione geografica strategica e l'alta concentrazione di single (le famiglie unipersonali qui rappresentano il 44,4% del totale), cui si aggiungono prezzi immobiliari «abbordabili» per gli stipendi medi della città, la rendono ideale per chi è in cerca di amore e vuole finalmente mettere su casa.

Segue la città degli innamorati per eccellenza, Verona: anche se la storia tra Giulietta e Romeo non è andata a buon fine, l'alta concentrazione di single e i prezzi al metro quadro che non raggiungono mediamente i 1.800 euro, sono le giuste premesse per coronare i propri sogni romantici (e immobiliari). Terza sul podio è Ravenna dove i costi medi degli immobili non superano i 2.000 euro al metro quadro e oltre un terzo della popolazione risulta single.

L'Emilia Romagna è la regione a cui si dovrebbe guardare con maggiore attenzione se si è in cerca di un nido e di qualcuno con cui condividerlo. Nei primi dieci posti della classifica emersa dall'indagine di Immobiliare.it compaiono anche Parma, Reggio Emilia e Modena (rispettivamente al quarto, sesto e nono posto). Evidentemente le opportunità ludiche e ricreative, unite alla buona cucina, rendono il territorio particolarmente adatto ad incontri ed acquisti immobiliari.

Se il Nord Italia sembra indubbiamente il posto migliore in cui vivere, soprattutto in virtù di tassi di disoccupazione più bassi e di stipendi più elevati, per il Centro Italia va menzionata Rieti, che è riuscita a entrare nella top ten, occupando il quinto posto. A chiudere la classifica delle dieci è la città di Belluno, dove le case costano mediamente 1.350 euro al metro quadro e il tasso di disoccupazione è fermo al 7,5%.