6 dicembre 2019
Aggiornato 01:30
Energia

Freevolt cattura l'energia intrappolata nell'aria

L'apparecchio sfrutta le radiofrequenze che aleggiano nell'atmosfera, trasformando la loro carica in corrente continua che viene trasmessa a dispositivi a basso consumo

Freevolt cattura l'energia intrappolata nell'aria
Freevolt cattura l'energia intrappolata nell'aria ANSA

LONDRA - Si chiama Freevolt ed è un apparecchio in grado di catturare energia dall'aria e di trasmetterla a dispositivi a basso consumo, come i sensori per l'Internet delle cose, che in questo modo possono funzionare senza la necessità di essere collegati alla rete elettrica.

La tecnologia è stata sviluppata da Paul Drayson, ex sottosegretario britannico per la scienza e amministratore delegato di Drayson Technologies, che l'ha presentata al Royal Institution di Londra. Freevolt è capace di imprigionare l'energia da radiofrequenze che aleggia nell'atmosfera, quella prodotta ad esempio da reti wireless o da quelle Tv, grazie a un’antenna multibanda che vampirizza le fonti nell’intervallo tra 0.5 e i 5GHz. L'antenna trasmette le onde elettromagnetiche a un raddrizzatore che trasforma la loro carica in corrente continua e infine un modulo di gestione di potenza amplifica, immagazzina e rilascia l'elettricità estrapolata dall'aria.

Drayson, dimostrando al pubblico le potenzialità della sua invenzione alimentando un altoparlante grazie alle radiofrequenze presenti nel lecture theatre della Royal Institutio, ha spiegato: «Non richiede alcuna infrastruttura in più, non richiede di trasmettere nessuna ‘energia extra, ricicla l’energia che in quel momento non viene utilizzata». Secondo la Bbc la tecnologia «ora potrebbe essere utilizzato da organizzazioni come i supermercati, che si stanno preparando alla fase successiva di Internet, dove saranno online miliardi di piccoli sensori a basso che forniranno dati sulle loro operazioni».