20 gennaio 2020
Aggiornato 07:30
A dirlo è il Codacons

50 milioni dal Governo? Per le strade di Roma ne servono 500

Il Codacons commenta l'annuncio dei 50 milioni che il Governo ha destinato ai lavori per il Giubileo: si tratta di una «cifra irrisoria e le periferie saranno lasciate in uno stato di abbandono»

ROMA (askanews) - «Una cifra irrisoria che servirà a rattoppare qualche strada, ma che non basterà a risolvere il grave problema delle buche nella capitale». Lo afferma il Codacons commentando i 50 milioni di euro annunciati oggi dal sindaco Ignazio Marino per il Giubileo della Misericordia.

Cifra irrisoria per i problemi di Roma
«A Roma con 50 milioni di euro si fa poco e nulla - spiega il presidente Carlo Rienzi - Considerati i gravi problemi della capitale sul fronte delle strade e dei trasporti, per sanare le criticità in questi settori servirebbero almeno 500 milioni di euro. Appare poi del tutto immorale ed ingiusto destinare soldi unicamente alle zone interessate dal Giubileo, lasciando le periferie nello stato di abbandono in cui attualmente versano».

Perché il Comune tace?
Il Codacons critica anche «il silenzio del Comune di Roma sulla proposta presentata dall'associazione di istituire lo Sportello del pellegrino, volto a fornire assistenza legale in 100 lingue ai turisti che arriveranno nella capitale per il Giubileo e combattere truffe e aumenti speculativi di prezzi e tariffe». «Mentre la Regione ha promosso l'iniziativa del Codacons, dal sindaco Marino abbiamo ottenuto solo silenzio - denuncia Rienzi - Nonostante ciò, apriremo in zona San Pietro uno sportello per aiutare i pellegrini in difficoltà, con uno staff in grado di fornire assistenza in oltre 100 lingue».