18 gennaio 2020
Aggiornato 08:30
Made in Italy

L'Agroalimentare italiano a Expo 2015

Il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, il commissario unico del governo per l'Expo 2015, Giuseppe Sala, e il commissario generale del Padiglione Italia, Diana Bracco, a Roma, hanno firmato un protocollo d'intesa per la partecipazione del comparto all'Esposizione Universale in programma a Milano dal primo maggio al 31 ottobre del prossimo anno

MILANO - L'agroalimentare italiano parteciperà ufficialmente ad Expo 2015. Il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, il commissario unico del governo per l'Expo 2015, Giuseppe Sala, e il commissario generale del Padiglione Italia, Diana Bracco, a Roma, hanno firmato un protocollo d'intesa per la partecipazione del comparto all'Esposizione Universale in programma a Milano dal primo maggio al 31 ottobre del prossimo anno.

L'accordo ha l'obiettivo di valorizzare le eccellenze scientifiche, culturali, artistiche, architettoniche e paesaggistiche e quelle più originali ed esclusive delle filiere economico-produttive del settore. Il protocollo definisce le modalità di coordinamento, attuazione e contribuzione per la presenza dell'agricoltura e dell'agroalimentare italiano all'Expo.

Il ministro Martina ha sottolineato che l'Expo «può essere la piattaforma per il salto di qualità dell'agroalimentare italiano» e che «il ministero vuole utilizzare al meglio questa occasione». Il commissario unico Giuseppe Sala ha invece ricordato che ad oggi già 144 paesi hanno aderito e saranno presenti all'esposizione universale.