27 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
Agriturismo | Pasqua

Crisi e maltempo tagliano le vacanze

Lo afferma Turismo Verde, l'associazione agrituristica della Confederazione italiana agricoltori. «Nella lista dei tagli in questa Pasqua di austerity ci sono sicuramente le vacanze»

ROMA - La crisi e il maltempo «tagliano» le vacanze degli italiani e la Pasqua sarà negativa anche per gli agriturismi, con un -3% nei pernottamenti. Lo afferma Turismo Verde, l'associazione agrituristica della Confederazione italiana agricoltori. «Nella lista dei 'tagli' in questa Pasqua di austerity - sostiene Turismo Verde - ci sono sicuramente le vacanze. Le famiglie hanno già deciso di limitare viaggi e spostamenti, con prenotazioni in calo anche del 20% rispetto all'anno scorso, e in questo sforzo al risparmio ci rimette pure l'agriturismo».

PESA IL FATTORE METEO - «Le difficoltà economiche - spiega l'associazione agrituristica della Cia - con la contrazione dei consumi familiari, ma anche il fattore meteo con il maltempo almeno fino a domenica, non aiutano le partenze. Otto italiani su dieci trascorreranno la festività tra le mura domestiche e chi si metterà in viaggio, poi, lo farà nella maggior parte dei casi per raggiungere parenti e amici in località o regioni vicine».
«La conseguenza per il turismo in campagna - aggiunge Turismo Verde - è una riduzione netta delle prenotazioni, nonostante i prezzi invariati, con un calo dei pernottamenti in agriturismo del 3% su base annua. Tiene solo la ristorazione: anche senza pienoni, sono attesi oltre 250mila ospiti a pranzo nei giorni di festa, concentrati soprattutto nel lunedì di Pasquetta».