3 aprile 2020
Aggiornato 23:00
Impresa & Territorio

Nel 2012 in Brianza chiudono 11 imprese al giorno per la crisi

Eppure il saldo delle imprese nel 2012 resta attivo: 4061 imprese cessate e 4782 nuove imprese iscritte, per un saldo positivo di +721. Monza e Brianza prima provincia lombarda per tasso di crescita (+0,99%). Valli: «Il germe del fare impresa è ancora forte in Brianza, ora incentiviamo start-up e sosteniamo imprese in difficoltà»

MONZA - Sono 4.782 le imprese nate nel 2012 a Monza e Brianza (un dato più basso rispetto al 2011, con 142 imprese in meno), a fronte delle 4.061 imprese cessate (vale a dire 11 chiusure al giorno, 413 in più rispetto all’anno precedente). Eppure nonostante i dati riflettano le difficoltà del sistema imprenditoriale ed economico, in Brianza il saldo tra imprese iscritte e cessate è ancora positivo: +721 imprese nel 2012. Monza e Brianza è nella classifica italiana la prima provincia lombarda per tasso di crescita (+0,99%), undicesima a livello nazionale.

Nel 2012 Monza e Brianza si colloca al 23esimo posto in Italia per numero di imprese registrate, ma risale la classifica al 14 posto per le registrazioni del settore manifatturiero e si colloca al 15esimo per le imprese registrate artigiane. Monza e Brianza è 29esima per le imprese rosa e per le imprese under 30. È quanto emerge da una elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese.

«I dati dimostrano ancora una volta - ha dichiarato Carlo Edoardo Valli, Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza - che in Brianza il germe del fare impresa è forte: lo scorso anno sono nate 4.782 imprese con un tasso di crescita che ci posiziona all'undicesimo posto in Italia. A fronte di questo dato che dimostra una certa vivacità del tessuto imprenditoriale e una tenacia tipica dei brianzoli, va comunque detto che queste nuove aziende sono spesso realtà fragili - che nascono dalla buona volontà di persone che si sono 'reinventate' o di giovani che guardano con coraggio al futuro. Proprio per far sì che queste start up diventino un valore aggiunto per il territorio e possano rimanere nel tempo, come Camera di commercio di Monza e Brianza mettiamo a loro disposizione una pluralità di strumenti, servizi e iniziative per il loro consolidamento: il nostro impegno è orientato a ampliare e diversificare i servizi per l'impresa dall'internazionalizzazione all'innovazione e alla formazione».

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal