23 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
Trasporti

Lampedusa, collegamenti difficili. L'allarme del sindaco

Il Sindaco Nicolini: «Gravi danni alla nave che collega le isole a Porto Empedocle da giorni stanno mettendo a dura prova la pazienza dei turisti, dei cittadini e degli imprenditori delle Pelagie. Il tutto in piena stagione estiva e con il ferragosto alle porte, che rischia di trasformarsi in un ferragosto da dimenticare»

PALERMO - Il sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, lancia l'allarme sul tema dei collegamenti tra l'arcipelago delle Pelagie e la terraferma: «Gravi danni alla nave che collega le isole a Porto Empedocle da giorni stanno mettendo a dura prova la pazienza dei turisti, dei cittadini e degli imprenditori delle Pelagie. Il tutto in piena stagione estiva e con il ferragosto alle porte, che rischia di trasformarsi in un ferragosto da dimenticare».

Da alcuni giorni il traghetto Palladio, che collegava l'arcipelago con Porto Empedocle, è stata sostituita a causa di un'avaria dalla più piccola Paolo Veronese. Questo traghetto, però, non effettua lo scalo a Linosa, che resta raggiungibile solo via aliscafo. Adesso, però, anche la seconda motonave ha interrotto il collegamento, e il primo cittadino dell'isola teme che «i guasti, inizialmente denunciati come facilmente riparabili», siano «seri e tali da non consentire in breve tempo il rientro in servizio della nave» creando notevoli disagi ai turisti e all'economia locale.

«E' inaccettabile che questo disagio si prolunghi oltre - ha detto Nicolini - E soprattutto non si può pensare che, passata l'emergenza, tutto torni come se non fosse successo niente. La Compagnia delle Isole, che qualche settimana fa ha sostituito la Siremar ma ne ha conservato le vecchie navi, non può continuare a gestire un servizio fondamentale come quello dei collegamenti tra le isole minori e la Sicilia senza disporre di una flotta quantomeno efficiente».

Per questo il sindaco, annunciando l'ipotesi di scendere in campo legalmente accanto ai commercianti penalizzati, ha chiesto che «si provveda subito a noleggiare una motonave adeguata per tamponare l'emergenza e ripristinare il collegamento con Linosa. E che da domani si lavori per garantire la messa a regime del trasporto marittimo».