5 dicembre 2019
Aggiornato 23:30
Arriva ll'autorizzazione dal Ministero per lo sviluppo

Per salvare la Tirrenia e suoi traghetti via libera alla cordata Cin

Mantenute le rotte e salvaguardati i livelli occupazionali

ROMA - Il ministero dello Sviluppo economico ha autorizzato il Commissario della Tirrenia in amministrazione straordinaria, Giancarlo D'Andrea, ad accettare l'offerta pervenuta da parte della Cin (Compagnia Italiana di Navigazione), cordata che riunisce i principali operatori del settore, in esito al bando di gara per la vendita dei complessi aziendali. Lo rende noto un comunicato dello stesso ministero.
Con l'autorizzazione del ministero si avvia quindi la fase conclusiva del processo di privatizzazione della società di navigazione, in esecuzione del piano approvato dal ministro Romani lo scorso 27 gennaio.

GARANTITI I LIVELLI OCCUPAZIONALI - L'offerta formulata dalla Cin, si legge nella nota, «garantisce la prosecuzione del servizio marittimo su tutte le rotte coperte dalle convenzioni con il ministero dei Trasporti per continuità territoriale e il mantenimento di tutta l'occupazione attualmente impiegata dalla Tirrenia (oltre 1300 lavoratori)».
In seguito all'autorizzazione ministeriale, il Commissario avvierà, previo accordo sindacale, le procedure per il trasferimento della proprietà dei beni che prevedono, tra l'altro, l'autorizzazione preventiva al closing da parte dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato.