30 ottobre 2020
Aggiornato 00:00
Lotta all'evasione fiscale

Nordreno Vestfalia acquista altri cd con dati banche svizzere

Oltre ai dati bancari in senso stretto, le autorità tedesche sarebbero entrate in possesso di documenti riguardanti l'organizzazione interna della prima banca svizzera, che dimostrerebbero l'aiuto attivo fornito dalla banca ai suoi clienti per frodare il fisco tedesco

BERLINO - Il Land del Nordreno Vestfalia non si ferma. Secondo il Financial Times Deutschland il ministero delle Finanze di Duesseldorf avrebbe acquistato altri due cd contenenti i dati bancari di presunti evasori fiscali tedeschi presso alcuni istituti elvetici, uno dei quali della Ubs. La Sueddeutsche Zeitung parla invece di quattro dischetti in totale, contenenti dati «estremamente interessanti».

AIUTO ATTIVO PER FRODARE IL FISCO TEDESCO - Oltre ai dati bancari in senso stretto, le autorità tedesche sarebbero entrate in possesso di documenti riguardanti l'organizzazione interna della prima banca svizzera, che dimostrerebbero l'aiuto attivo fornito dalla banca ai suoi clienti per frodare il fisco tedesco.
Interrogato dai due giornali, il ministro delle Finanze del Land, il socialdemocratico Norbert Walter-Borjahns, si è rifiutato di commentare «casi specifici», ma ha detto alla SZ che «i servizi fiscali del Nordreno ricevono regolarmente offerte di vendita di dati bancari».

L'ACCORDO DEL GOVERNO TEDESCO CON BERNA - Questo Land ha già acquistato in passato altri Cd, attirandosi le critiche del governo di Berlino che nel frattempo ha negoziato un accordo di doppia imposizione con Berna, che prevede la rinuncia da parte delle autorità, anche regionali, tedesche di acquistare cd piratati.
Ma l'accordo deve essere ancora ratificato dal Bundesrat, la Camera alta del Parlamento tedesco, dove socialdemocratici e Verdi, che considerano il testo troppo clemente nei confronti degli evasori, hanno la maggioranza. «Questo accordo con la Svizzera non è entrato in vigore, non è stato neppure ratificato ed è ben lontano dal ricevere il nostro assenso», ha detto al Ftd il ministro del Nordreno.