24 agosto 2019
Aggiornato 14:00
Caro carburanti

Benzina: Margine per sconti strutturali di almeno 15-16 cent al litro

Federconsumatori: Questo comporterebbe un risparmio di 8 Euro per ogni pieno. Vale a dire, tradotto in termini annui, un risparmio solo in termini diretti di ben 192 Euro per ogni automobilista

ROMA - Fa bene Assopetroli a contestare l’incredibile e spropositato aumento della tassazione sui carburanti avvenuto nel corso degli ultimi anni, che noi denunciamo da tempo.
Ma non è questo l’unico motivo per cui i prezzi sono cresciuti in maniera inaccettabile ed i consumi dei carburanti si sono ridotti sensibilmente.
Ha influito sicuramente anche il margine di guadagno delle compagnie che, come dimostrano gli sconti recentemente applicati, può essere tagliato notevolmente.

RISPARMI PER 8 EURO A PIENO - Secondo le stime dell’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori, anche alla luce degli andamenti del mercato petrolifero, vi è infatti il margine per una riduzione strutturale e continuativa dei prezzi di almeno 15 – 16 centesimi al litro.
Questo comporterebbe un risparmio di 8 Euro per ogni pieno. Vale a dire, tradotto in termini annui, un risparmio solo in termini diretti di ben 192 Euro per ogni automobilista.
Una cifra considerevole che contribuirebbe non solo ad alleggerire i conti degli automobilisti, ma in generale quelli di tutti i cittadini: non dimentichiamo infatti che il costo dei carburanti incide notevolmente sull’andamento dei beni di largo consumo, che sono trasportati per oltre l’86% su gomma.

È indispensabile, quindi, agire su due versanti:
- il Governo cancelli l’aumento dell’IVA posticipato a luglio prossimo ed intervenga per una completa liberalizzazione;
- le compagnie riducano in maniera congrua i prezzi, rendendo stabili e permanenti gli sconti ed incrementando la competitività nell’intero settore.