15 luglio 2020
Aggiornato 07:00
Il 15 dicembre alla Camera l’incontro con il presidente Fini

«L’agricoltura nei 150 anni dell’Unità d’Italia»

Giovedì alla Sala della Lupa a Montecitorio si terrà il convegno nazionale organizzato dalla Cia sulla storia del mondo agricolo dal 1861 ad oggi. Attraverso le trasformazioni della vita nei campi si ripercorreranno i principali cambiamenti sociali ed economici del nostro Paese

ROMA - Centocinquant’anni di storia d’Italia raccontati attraverso le trasformazioni dell’agricoltura: è questo il tema del convegno organizzato dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori, che si terrà il 15 dicembre alle ore 15 nella Sala della Lupa a Montecitorio, e che ospiterà l’intervento del presidente della Camera, l’Onorevole Gianfranco Fini.

Nell’evoluzione del mondo rurale italiano sono scritti tutti i più importanti cambiamenti economici, sociali e territoriali del nostro Paese: dalle lotte per la terra alla nascita delle organizzazioni contadine, dai rapporti feudali alla conduzione diretta, fino al passaggio da una società rurale a una industriale e alle trasformazioni degli assetti produttivi, del paesaggio agrario e dell’uso del territorio.

Il professor Adolfo Pepe dell’Università di Teramo interverrà su «L’organizzazione in agricoltura e la sua evoluzione nei 150 anni dell’Unità d’Italia», mentre con il professor Augusto Marinelli dell’Università di Firenze si affronteranno le «trasformazioni delle strutture e le politiche agrarie». La professoressa Maria Cristina Treu del Politecnico di Milano si soffermerà sull’aspetto territoriale, con un intervento su «Paesaggio agrario ed uso del territorio», mentre il professor Sergio Givone dell’Università di Firenze terrà la relazione «dalle trasformazioni idrauliche al riso nella storia d’Italia». Presiederà i lavori il presidente nazionale della Cia Giuseppe Politi.