18 settembre 2019
Aggiornato 13:30
Controllata dal gruppo francese Lactalis

Chavez minaccia di «espropriare» azienda Parmalat

Il Presidente venezuelano: «Ha il monopolio del latte». Nella notte tra giovedì e venerdì, funzionari e militari della guardia nazionale hanno scoperto nello Stato di Merida (nord-ovest) uno stock di circa 210.000 chili di latte in polvere in un deposito della Parmalat

CARACAS - Il presidente venezuelano, Hugo Chavez, ha accusato Parmalat, controllata dal gruppo francese Lactalis, di «monopolizzare» il latte e ha minacciato di espropriarla dopo la scoperta di uno stock di 210 tonnellate di latte in polvere. «Abbiamo individuato una società privata, Parmalat, che monopolizza il latte», ha affermato Chavez durante un consiglio dei ministri trasmesso dalla televisione di Stato Vtv. «Il meccanismo di intervento e di espropriazione esiste», ha aggiunto sottolineando che il suo governo non permetterà ad alcuno di prenderlo in giro.

Chavez annuncia un'inchiesta approfondita - Nella notte tra giovedì e venerdì, funzionari e militari della guardia nazionale hanno scoperto nello Stato di Merida (nord-ovest) uno stock di circa 210.000 chili di latte in polvere in un deposito della Parmalat. Ieri, in un comunicato pubblicato dalla stampa venezuelana, Parmalat ha garantito che queste riserve erano state fornite dal governo per far fronte ad eventuali necessità. Chavez ha replicato che l'azienda italiana, con queste dichiarazioni, sta cercando di «ridicolizzare» il governo e ha annunciato un'inchiesta approfondita.

In Venezuela inflazione galoppante - La settimana scorsa è entrata in vigore una legge che regola i prezzi di tutti i beni e i servizi nel Paese, ufficialmente con l'obiettivo di lottare contro l'inflazione galoppante arrivata al 22,7%. Venerdì, Chavez aveva minacciato di «occupare» e «nazionalizzare» le imprese che non rispetteranno questa legge, assicurando che accentuerà la lotta contro gli «accaparratori» di alimenti. Il prezzo del latte, come quello di altre decine di prodotti di base, è oggetto di controllo da oltre sei anni.