28 settembre 2020
Aggiornato 11:00
Rajat Gupta si è consegnato oggi all'FBI

Goldman Sachs, ex consigliere risponderà di insider trading

Rajat Gupta accusato di frode su titoli, ritirato il passaporto. Giro di vite senza precedenti per incastrare gli attori di Wall Street responsabili di insider trading

NEW YORK - Rajat Gupta, ex membro del consiglio di amministrazione di Goldman Sachs, si è consegnato all'Fbi per rispondere delle accuse di insider trading. Gupta è accusato di avere passato informazioni riservate a Raj Rajaratnam, il fondatore dell'hedge fund Galleon, condannato all'inizio di ottobre a 11 anni di carcere nel caso di insider trading più grave della storia americana.
Il manager 62enne, come ha fatto sapere un portavoce dell'Fbi, «è ora in carcere e sarà presto processato». Come riportano i principali quotidiani americani, le indagini contro Gupta, che era anche stato alla guida di McKinsey & Company dal 1994 al 2003, erano state avviate cinque anni fa dalla Securities and Exchange Commission, la Consob americana.
La Sec aveva accusato Gupta di avere passato informazioni riservate a Rajaratnam, apprese quando era membro del board di Goldman Sachs, riguardo un investimento da 5 miliardi a favore della banca da Berkshire Hathaway, azienda dell'imprenditore Warren Buffett. Ma Gary Naftalis, avvocato di Gupta, non si arrende e reclama l'innocenza del suo cliente. «Si è sempre comportato con onestà e rigore», ha detto in un comunicato.

Giro di vite senza precedenti per incastrare gli attori di Wall Street responsabili di insider trading - L'accusa contro Gupta, che ha lavorato anche ai vertici di Procter & Gamble, è solo uno dei provvedimenti presi dall'agenzia di controllo americana, che ha messo in atto un giro di vite senza precedenti per incastrare gli attori di Wall Street responsabili di insider trading. Dalla fine del 2009, infatti, la Sec ha accusato 55 persone per avere utilizzato informazioni riservate al fine di speculazioni finanziarie.
La Sec vuole cogliere l'occasione per dimostrare che nei casi di insider trading le informazioni non sono sempre scambiate per denaro o favori, ma possono essere un modo per mantenere i rapporti tra i vertici delle aziende. Come nel caso di Gupta, che non è accusato di avere ricevuto benefici materiali dallo scambio di informazioni con Rajaratnam. Ed è probabile che il suo avvocato insisterà proprio su questo punto per fare crollare le accuse.

Rajat Gupta accusato di frode su titoli, ritirato il passaporto - Rajat Gupta, l'ex membro del consiglio di amministrazione di Goldman Sachs che si è consegnato questa mattina all'Fbi per rispondere delle accuse di insider trading, si dichiara innocente. Il tribunale federale di Manhattan, tuttavia, gli ha attribuito un'accusa di associazione a delinquere e cinque accuse per frode su titoli e rischia fino a 20 anni di carcere per ogni imputazione. Le autorità, inoltre, hanno fissato una cauzione di 10 milioni di dollari e gli hanno ritirato il passaporto. Il processo è stato fissato per il 9 aprile 2012.
Gupta è accusato di avere passato informazioni riservate a Raj Rajaratnam, il fondatore dell'hedge fund Galleon, condannato all'inizio di ottobre a 11 anni di carcere nel caso di insider trading più grave della storia americana.