19 gennaio 2020
Aggiornato 17:00
Crisi economica

L'82% dei francesi è preoccupato dal debito

Secondo un sondaggio Ifop. A gennaio era la priorità solo per il 36% dei transalpini

BORDEAUX - Il 50% dei francesi crede che la riduzione del debito pubblico debba essere tra le priorità dell'agenda politica nazionale nel piano di risanamento della Francia, e l'82% si dice «preoccupato» per i conti pubblici.

Secondo il sondaggio dell'Ifop pubblicato sul sito Sudouest.fr, dopo gli interventi pubblici su occupazione, salute e educazione, il risanamento del debito conquista diverse postazioni nell'elenco delle priorità d'oltralpe, raggiungendo temi «caldi» come quelli della sicurezza e del potere d'acquisto.

Inoltre, secondo il sondaggio, l'82% dei francesi è «preoccupato» per il debito, di cui un quarto «molto». Un dato in evidente crescita rispetto alle precedenti valutazioni Ifop di inizio dell'anno, quando solo il 36% degli intervistati considerava il rientro del debito una priorità.