7 dicembre 2019
Aggiornato 08:30
Politica monetaria | Cambi

Il rialzo dei tassi non blocca il calo dell'euro, sotto 1,43 dollari

I rinnovati allarmismi sull'eurozona, e dati USA spingono il dollaro

ROMA - Il rialzo dei tassi di interesse da parte della Bce non arresta l'indebolimento dell'euro sul mercato dei cambi, nel primo pomeriggio al di sotto di 1,43 dollari. Una flessione che appare legata ai rinnovati allarmismi sui titoli di Stato dei paesi periferici dell'area valutaria - Grecia, Irlanda e Portogallo - peraltro mentre la cessione sui tassi della Bce era prevista. Nel pomeriggio l'euro si scambia a 1,4258 dollari. Intanto a sostenere il dollaro sono giunti dati più forti del previsto dall'indagine Adp sulle dinamiche del lavoro negli Stati Uniti.