16 dicembre 2019
Aggiornato 04:00
Stati Uniti

Vertice alla Casa Bianca sul piano per ridurre deficit

Los Angeles Times: «2 incontri segreti tra Obama e leader repubblicano»

NEW YORK - Barack Obama e il Presidente della Camera dei rappresentanti John A. Boehner hanno avuto due incontri segreti alla Casa Bianca nel corso dell'ultimo mese, per arrivare a un accordo sulla riduzione del deficit, in modo da ottenere il via libera del Congresso all'innalzamento del tetto del debito pubblico Usa, oggi fissato a 14,3 miliardi di dollari. Il Congresso ha tempo fino al 2 agosto per approvare tale revisione; dopo quella data gli Stati Uniti rischiano il default sul debito.
Oggi, Obama riceverà alla Casa Bianca i leader democratici e repubblicani di Camera e Senato per discutere un piano da 4 trilioni di dollari per i prossimi 10 anni, tra tagli alla spesa e nuove entrate.

Stando a quanto riferito oggi dal Los Angeles Times, Boehner ha avuto un primo incontro con Obama due settimane fa, subito dopo la partita di golf del 18 giugno. Un faccia a faccia volto a superare le divergenze sui punti chiave dell'accordo, in discussione da oltre due mesi.
Ieri, il Presidente della Camera è intervenuto anche nel dibattito sul deficit tenuto da Obama su Twitter, in cui il Presidente Usa ha difeso la sua strategia, rispondendo per oltre un'ora agli utenti del social network. Obama ha innanzitutto denunciato il rischio di «seconda recessione» se il Congresso non autorizzerà l'innalzamento del tetto massimo del debito, quindi si è scagliato contro l'opposizione dei repubblicani a ogni aumento delle tasse: «Un modesto aumento delle tasse per le persone più agiate non avrà alcun effetto nocivo sulla crescita dell'occupazione».