12 luglio 2020
Aggiornato 17:30
Totonomine Direttore FMI

Carstens: Elezione Lagarde danneggerebbe legittimità istituto

Il Candidato messicano di fronte al board del Fondo Monetario, domani tocca alla francese

NEW YORK - Agustin Carstens sostiene che una sua elezione a direttore rappresenterebbe un passo importante verso la riforma del Fondo Monetario Internazionale, più volte criticato per l'eccessivo peso accordato alle maggiori economie mondiali nei processi decisionali. Se il Consiglio Esecutivo dell'Fmi dovesse preferirgli un altro europeo, avverte il governatore della banca centrale messicana, la legittimità dell'istituto presso i paesi con mercati emergenti potrebbe essere danneggiata.

Carstens ha incontrato ieri il board del Fmi. Il governatore della banca centrale messicana vuole convincere il Consiglio Esecutivo dell'opportunità di eleggerlo suo prossimo direttore. L'altra candidata a succedere al dimissionario Dominque Strauss-Kahn è Christine Lagarde. Il ministro delle Finanze francese si presenterà di fronte al board giovedì, un giorno dopo aver incontrato il segretario al Tesoro americano, Timothy Geithner.
Il messicano non si illude, sa di partire svantaggiato. Lagarde si è già assicurata il sostegno dell'Europa oltre a quello di diverse nazioni africane ed asiatiche, mentre Carstens ha fallito nel creare consenso attorno al suo nome.

L'Fmi dispone di un proprio capitale messo a disposizione dai suoi membri. Il voto interno riflette la quota di capitale detenuta da ciascun Stato.
Il paese con maggiore peso decisionale dell'Fmi, gli Stati Uniti, ha volontariamente tenuto il più stretto riserbo su quale dei due candidati appoggerà. Ciò nonostante, è quasi certo che Washington spingerà per Lagarde. Per consuetudine, l'Europa designa il direttore del Fmi mentre gli Stati Uniti nominano il presidente della Banca Mondiale.

Il board dell'Fmi si riunirà il prossimo 28 giugno e dovrebbe annunciare il nome del suo prossimo direttore due giorni dopo. L'ex direttore Dominique Strauss-Kahn si è dimesso lo scorso 16 maggio dopo essere stato arrestato a New York con l'accusa di aver tentato di stuprare una cameriera nella suite di un albergo della metropoli.