16 ottobre 2019
Aggiornato 17:00
La crisi del debito

Stantard & Poors cambia a negativo l'outlook su rating Italia

Mentre conferma il rating a breve e lungo termine

ROMA - Standard & Poor's, una delle tre grandi società di rating mondiali, ha rivisto l'outlook sul rating della Repubblica Italiana da stabile a negativo per riflettere la sua opinione sugli aumentati rischi nell'attuazione del piano di riduzione del debito pubblico. E, allo stesso tempo, ha confermato il rating a lungo termine 'A +' e a breve termine 'A-1+' sul debito sovrano dell'Italia. Il rating sul rischio di trasferimento e convertibilità fondi rimane 'AAA'.

La decisione viene motivata in un comunicato con le «deboli attuali prospettive di crescita dell'Italia e incerto l'impegno politico nelle riforme tese a migliorare la produttività. Il potenziale stallo politico potrebbe contribuire ad uno slittamento delle riforme fiscali. E di conseguenza, S&P ritiene che le prospettive di una riduzione del debito pubblico italiano siano diminuite».

Il peggioramento delle prospettive sul rating della Repubblica Italiana da stabili a negative «implica una probabilità del 33% che i rating vengano abbassati entro i prossimi 24 mesi».