1 giugno 2020
Aggiornato 11:00
Edili

Filca Cisl Emilia Romagna: più malattie professionali, prevenzione e cambio protocollo visite

Secondo i dati raccolti dalla Filca emiliano-romagnola, nel 2009 su 61.996 addetti del settore delle costruzioni, i casi di malattia sono stati 46.642

BOLOGNA - Le malattie professionali tipiche del muratore (mal di schiena, dolori al tunnel carpale, disturbi all'udito) sono in aumento, mentre calano gli infortuni sul lavoro.
Secondo i dati raccolti dalla Filca emiliano-romagnola, nel 2009 su 61.996 addetti del settore delle costruzioni, i casi di malattia sono stati 46.642, le ore perse per malattia 1.552.469, mentre negli ultimi quattro anni le malattie professionali sono cresciute del 30 per cento.
Da qui la proposta avanzata dal responsabile regionale della Filca Ciro Donnarumma, di «concordare con l'Ausl un'attività di ricerca sulla tipologia delle malattie, onde evitare che a causa della preoccupazione per gli infortuni si trascuri la prevenzione delle malattie professionali, e di operare opportuni cambiamenti nel protocollo per le visite ai lavoratori». Nel contempo Donnarumma chiede alla regione di «investire sulla ricerca e sulla progettazione per contrastare il problema delle cosiddette 'malattie perdute', ossia quelle note che non arrivano in sede assicurativa, oppure quelle 'sconosciute' che si scoprono a posteriori».
Per discutere di malattie professionali in edilizia e di come tutelare al meglio i lavoratori del settore un seminario formativo è stato organizzato dal sindacato regionale degli edili Cisl (Filca) dell'Emilia-Romagna e dal patronato della Cisl (Inas) Emilia-Romagna, a Milano Marittima (Hotel Embassy) nei giorni 18 e 19 novembre, cui partecipano: Giorgio Graziani, segr. gen. Cisl ER; Riccardo Gentile, segr. naz. Filca; Ciro Donnarumma, segr. gen. Filca ER; Aude Cuccurachi, Inail ER; Davide Parmeggiani, dir. Inas ER.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal