1 giugno 2020
Aggiornato 11:30
Agricoltura

«Importante un piano proteine vegetali»

La Cia esprime soddisfazione per l’accoglimento da parte del governo di un ordine presentato dall’On. Susanna Cenni alla legge finanziaria 2011

ROMA - La Cia-Confederazione italiana agricoltori esprime soddisfazione per l’accoglimento da parte del governo dell’ordine presentato dall’on.Susanna Cenni alla legge finanziaria 2011 sul piano proteine vegetali.
In esso si sottolinea, infatti, che la sostenibilità di un gran numero di aziende zootecniche è seriamente minacciata dalla recente impennata dei prezzi dei cereali nell’Unione europea, causate sia dalle condizioni climatiche avverse sia dalla speculazione. Allo stesso tempo la produzione zootecnica è strettamente connessa ai costi dei mangimi e l’Italia dipende fortemente dalle importazioni di soia e mais da paesi terzi e tali importazioni stanno conquistando quote di mercato dell’Unione europea ed esercitano ulteriori pressioni sui prezzi di mercato dei prodotti di origine animale.
Con l’ordine del giorno si impegna, quindi, il governo a predisporre i necessari investimenti per la realizzazione di un piano che consenta la coltivazione di proteaginose e leguminose per l’alimentazione animale al fine di tutelare il comparto zootecnico dalla speculazione dei prezzi dei mangimi e, nello stesso tempo, concorrere in maniera incisiva alla riduzione delle emissioni di gas a effetto serra.
Da tempo la Cia sostiene la necessità di un piano nazionale ed europeo delle proteine vegetali per garantire una produzione libera da Ogm e assicurare un approvvigionamento di miscele per mangimi di qualità.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal