30 luglio 2021
Aggiornato 03:30
Siglato accordo

Niente licenziamenti in Germania per la Siemens

L'azienda: «Qualsiasi ristrutturazione avverrà senza tagli del personale»

MONACO - Niente più licenziamenti alla Siemens. L'azienda leader in Europa per le tecnologie ha assicurato ai suoi 128.000 dipendenti in Germania una garanzia occupazionale a tempo indeterminato. L'accordo, siglato oggi a Berlino dal presidente Peter Loescher e dal leader dell'IG-Metall (il sindacato dei metalmeccanici) Berthold Huber, prevede che anche nel caso di chiusura o delocalizzazione degli impianti non vi saranno licenziamenti. Un'analoga intesa era stata raggiunta nel luglio 2008 ed era arrivata adesso a scadenza: con la firma di oggi avrà validità indefinita. Qualsiasi licenziamento dovrà avvenire con il consenso del consiglio di fabbrica.
Cattive notizie per gli azionisti invece: il titolo Siemens al Dax di Francoforte ha perso l'1,6%, scendendo a 78,12 euro.