18 giugno 2021
Aggiornato 16:00
La crisi del debito

«Nuova governance riporterà fiducia all'Europa»

Il commissario europeo agli Affari economici Rehn: «Risanare i conti: il tempo è un lusso che non ci possiamo permettere»

BRUXELLES - Le nuove regole europee sulla governance economica e la vigilanza integrata sui conti pubblici dei paesi serviranno a «ristabilire la fiducia nell'economia europea»: e bisogna fare presto su questo fronte e sull'immediato risanamento dei bilanci perché «il tempo è un lusso che non ci possiamo permettere». Lo ha affermato il commissario europeo agli Affari economici, Olli Rehn durante una conferenza stampa sulla governance economica. L'Ue conta di far entrare in vigore queste nuove regole già dal primo gennaio del prossimo anno, ha chiarito.

Il commissario ha illustrato le nuove misure di vigilanza concordate dai governi europei nell'ultimo vertice, il 17 luglio scorso. «Usando questi strumenti possiamo colmare i divari che ci sono nell'Ue». E l'obiettivo di lungo temine di conti sostenibili, maggiore vigilanza e riforme strutturali è quello di dare solidità ai sistemi di assistenza sociali, avere «welfare per i nostri bambini», ha detto Rehn.