24 giugno 2021
Aggiornato 02:31
Stime provvisorie dell'istat

Rallenta l'inflazione a giugno (+1,3%)

Invece è risultata invariata rispetto al mese scorso. I prezzi alla produzione dell'industria in aumento (3,8%)

ROMA - Ancora una frenata per l'inflazione. A giugno, secondo le stime provvisorie dell'Istat, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (Nic) presenta una variazione nulla su base congiunturale e dell'1,3% rispetto allo stesso mese del 2009. A maggio l'incremento tendenziale era stato dell'1,4% mentre quello congiunturale era stato dello 0,1%.

L'indice armonizzato dei prezzi al consumo, riferisce l'Istat, ha registrato una variazione nulla rispetto al mese precedente, e una variazione dell'1,4% rispetto allo stesso mese del 2009. L'inflazione di fondo (calcolata al netto dei beni alimentari non lavorati e di quelli energetici) è pari al +1,3%. L'inflazione acquisita per il 2010, cioè nell'ipotesi in cui l'indice mantenga i livelli registrati a giugno, è pari al +1,2%.