24 maggio 2024
Aggiornato 05:00
Cisl FP Palermo

«Lombardo assume impegni precisi su precari e contratti»

Oltre ottomila i dipendenti in piazza davanti agli uffici di Palazzo d’Orleans

PALERMO - Un passo in avanti sul fronte del processo di stabilizzazione dei precari, sul rinnovo del contratto di lavoro e riapertura al dialogo con i sindacati per accelerare i tempi d’attuazione della legge di riforma del personale.
«Il presidente Lombardo – afferma Gigi Caracausi, segretario generale della Cisl Fp Palermo – ha assunto degli impegni precisi. Manterremo adesso alta l’attenzione affinché quanto detto oggi si concretizzi nei tempi e nelle modalità stabilite».

Ieri oltre ottomila i dipendenti che hanno preso parte alla protesta organizzata da Cisl, Cgil, Uil, Cobas/Codir, Sadirs, Siad e Ugl. Il presidente della Regione Raffaele Lombardo, che in tarda mattinata ha ricevuto la delegazione di sindacati, si è impegnato a velocizzare il percorso della stabilizzazione dei 4.500 precari attraverso la presentazione di un emendamento in Finanziaria che consenta di trasformare il rapporto di lavoro da tempo determinato a tempo indeterminato ed a reperire le risorse necessarie per il rinnovo economico del contratto di lavoro.

Sul tema delle «privatizzazioni» dei servizi, ad iniziare dal settore dei Beni culturali, il governo si è impegnato a condividere con le parti sociali ogni iniziativa anche di natura legislativa.
Presente all’incontro anche l’assessore alla Funzione pubblica, Caterina Chinnici, l’assessore al Bilancio, Michele Cimino, mentre per l’amministrazione c’erano il segretario generale, Vincenzo Emanuele, e il dirigente generale del personale, Giovanni Bologna.