29 marzo 2020
Aggiornato 21:00
Dalle grotte agli eremi... in silenzio!

Cantina TOLLO a Vinitaly

Dopo il grande successo Vinitaly 2009, continua a promuovere i luoghi del silenzio. Padiglione 11 stand G2 venerdì 9 e sabato 10 dalle 12.30 alle 15.00

VERONA - A Vinitaly si parla solo di vini nuovi, di premi enologici e di etichette, Cantina Tollo, invece, fa conoscere ai giornalisti l’Abruzzo meno noto e più umile, ma affascinante. Durante la fiera, venerdì e sabato, dalle 12.30 alle 15.30, con un percorso di immagini e di gusto, Cantina Tollo svelerà i luoghi più belli del territorio attraverso la semplicità di «monumenti» poveri ma spettacolari: le grotte pastorali e gli eremi della Maiella.

L’evento sarà anche l’occasione per presentare il tour che, a inizio estate, permetterà ai giornalisti di conoscerli in prima persona, uscendo dai circuiti più affollati. Se gli eremi erano già stati toccati lo scorso anno, sono le grotte pastorali, unicità della Maiella, l’aspetto più curioso. Gli uni sono strettamente legati alle altre. Entrambi sono luoghi dello spirito: anche i pastori incidevano le grotte con simboli religiosi, rendendole così anche spazi di preghiera. Esse risalgono ad epoca romana e molte di queste, una volta abbandonate, diventavano eremi così come, talora, gli eremi abbandonati divenivano rifugi per i pastori. La vita di questi, come quella dell’eremita, trascorreva lenta, a contatto con la natura, e l’alimentazione era spartana. Quando il pastore rientrava dalla stagione estiva, però, le mogli preparavano la cucina «della festa». Tra le specialità più diffuse vi erano la«Papera muta», il «timballino dei pastori«e «fave e piselli». Proprio questi tre piatti saranno presentati da Cantina Tollo in abbinamento a Hedos, Cerasuolo doc e al Colle Secco Riserva, Montepulciano d’Abruzzo doc, vino novità di Vinitaly. Caratterizzato dalla tipica bottiglia con il collo storto, Collesecco Riserva è ottenuto da vigneti vecchi, di età tra i 30 e i 35 anni. L’affinamento avviene per complessivi 30 mesi.

L’esecuzione delle ricette sarà a cura della FIC di Pescara, mentre il prof Edoardo Micati, scrittore e studioso dei luoghi della Maiella e della cucina del silenzio, racconterà brevi aneddoti sula storia di queste due realtà.: ad esempio, come il pastore «conquistava» la propria grotta, oppure cosa le mogli portavano a dorso di mulo ai mariti o, ancora, illustrerà il bellissimo eremo di S. Giovanni all’Orfento, dove si accede solo strisciando su una parete di roccia a picco sul vuoto. Per qualche minuto, quindi, i giornalisti potranno uscire dal frenetico ritmo della fiera e immergersi nel silenzio. Chi l’avrebbe mai detto che il Vinitaly potesse diventare un’occasione per ritrovare se stessi? Cantina Tollo ci è riuscita.

Vinitaly sarà anche l’occasione per festeggiare i 50 anni di Cantina Tollo che, a inizio estate, stupirà con un originale evento

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal