20 gennaio 2020
Aggiornato 01:00
Reazioni. Crisi economica

Angeletti: «Da Napolitano discorso eccezzionale»

«Ora realizzare le riforme necessarie ad esaltare il nostro patrimonio di lavoro e imprenditorialità»

ROMA - Quello del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano è stato un discorso eccezionale, da vero rappresentante del bene comune. Un invito alla nazione a trovare le soluzioni alla grave crisi economica.

La cosa più importante è la sollecitazione a eliminare, o almeno a ridurre, quel tasso di conflittualità e faziosità che ci ha spesso impedito di realizzare le riforme necessarie ad esaltare il nostro patrimonio di lavoro e imprenditorialità.
Solo valorizzando il lavoro potremo uscire rapidamente dalla crisi che finirà quando comincerà a ricrearsi occupazione.

Ed è proprio questo il significato delle nostre rivendicazioni in tema di investimenti, di miglior uso del denaro pubblico e di modifiche del sistema fiscale. Richieste fatte a tutela dei lavoratori e nell’interesse del Paese.