11 agosto 2020
Aggiornato 05:30
Per 433 milioni di euro

Campari rileva il bourbon Wild Turkey della Pernod Ricard

Campari sottolinea come si tratti di un'opportunità unica di ingresso nell'importante categoria in crescita del bourbon whiskey con un significativo aumento della massa critica e ampliamento del portafoglio nel mercato americano, caratterizzato da elevata redditività

MILANO - Il gruppo Campari rileva il bourbon Wild Turkey dal gruppo francese Pernod-Ricard per 433 milioni di euro, la «più grande acquisizione della sua storia», come si legge in un comunicato. Campari sottolinea come si tratti di un'opportunità unica di ingresso nell'importante categoria in crescita del bourbon whiskey con un significativo aumento della massa critica e ampliamento del portafoglio nel mercato americano, caratterizzato da elevata redditività.

«Con Wild Turkey - ha dichiarato Bob Kunze, amministratore delegato di Campari - raggiungiamo un brand di rilevanza strategica al nostro portafoglio e rafforziamo ulteriormente la nostra offerta di premium spirit. Questa acquisizione segna un ulteriore rilevante passo avanti nella creazione di un player leader a livello globale nel settore spirit. E' un'opportunità unica di entrare nella categoria chiave del bourbon whiskey e di sfruttare il suo potenziale di crescita attraverso un brand leader a livello mondiale. L'operazione dimostra la nostra determinazione, in linea con la nostra strategia, di continuare a crescere nel mercato spirit negli Stati Uniti, caratterizzato da elevata redditività. Inoltre, espandiamo la nostra presenza in importanti mercati internazionali, come l'Australia, dove l'acquisizione crea i presupposti per la creazione di una nostra piattaforma distributiva, e il Giappone.»