28 gennaio 2020
Aggiornato 02:30

Formazione, Bernava (Cisl): Bene decisione Lombardo

«Ora in Sicilia serve una seria riorganizzazione»

PALERMO - Il segretario della Cisl Sicilia, Maurizio Bernava, a conclusione dell'incontro sulla formazione professionale col governatore Lombardo, stamani a Palazzo d'Orleans mentre era in corso un sit-in di lavoratori, ha così commentato: «Apprezziamo la chiara e inequivocabile decisione del presidente della Regione che ha formalmente annullato, come richiesto dalla Cisl, gli atti assunti dopo il 5 marzo dall'assessore regionale al Lavoro, Carmelo Incardona. Riteniamo che il governatore abbia così apprezzato, nei fatti, la determinazione con cui la Cisl da mesi chiede una svolta radicale nella gestione della formazione, come s'è fatto, in Sicilia, per la sanità».

Ora, rimarca Bernava, «aspettiamo la convocazione di un tavolo di confronto garantito personalmente dal governatore, affinché con la riprogrammazione dell'attività formativa 2009, si gettino le basi di una riorganizzazione del settore che anche in Sicilia sia leva, all'insegna della trasparenza e della legalità, di nuovo sviluppo e nuova occupazione».

«Siamo soddisfatti - è la tesi del segretario Cisl - perché l'annullamento delle ripetute forzature di Incardona consentirà di pagare gli stipendi ai lavoratori; di impegnare la spesa regionale secondo il consolidato 2008, di progetti e enti formativi. E di lavorare sulla base degli indirizzi della delibera del 5 marzo, della commissione regionale per l'Impiego, che per la prima volta ha fissato criteri di qualità, selezione, controllo della spesa e riordino del settore».