20 novembre 2019
Aggiornato 21:00
La crisi economica

Kroes: Prossimi mesi porteranno sofferenza, ma ne usciremo

Situazione «rischia di essere lunga e difficile»

BRUXELLES - Una crisi che probabilmente sarà lunga, difficile, che porterà sofferenze e dalla quale si può uscire solo lavorando tutti insieme: Ue, Stati, imprese e cittadini. Lo afferma la commissaria europea alla Concorrenza Neelie Kroes, che oggi ha tenuto una conferenza a Parigi. «La gestione della crisi non può essere prerogativa esclusiva della Commissione europea- ha detto Kroes -. Gli Stati membri, le imprese europee e dei cittadini stessi hanno un ruolo da svolgere».

«La crisi può essere lunga e difficile, non cadiamo in errore - ha ammonito poi -. I prossimi mesi porteranno sofferenza sociale e dobbiamo mostrare la nostra solidarietà. Non solo a livello nazionale, ma ben al di là. Le elezioni europee saranno un banco di prova per tutti. Per la sostenibilità della nostra economia, e la sostenibilità della nostra costruzione politica, dobbiamo lavorare insieme e dare un nuovo inizio al nostro progetto».

Secondo Kroes «creatività e innovazione sono il combustibile di domani. Non c'è imprenditore che non sappia vedere le opportunità anche in un periodo difficile, noi abbiamo davvero bisogno di questi spirito imprenditoriale per uscire dalla crisi attuale. Dobbiamo ripensare i nostri modelli e re-investire nell'innovazione e lo sviluppo, con più formazione e delle conoscenze nella giusta linea della strategia di Lisbona per la crescita e l'occupazione».

Secondo Kroes «il compito è difficile, ma siamo più fortunati delle generazioni prima della nostra e possiamo godere di un maggiore livello di ricchezza e di una economia sociale di mercato, anche grazie all'Unione europea. Dotati come siamo di un grande mercato europeo, e di aziende di successo che sono riuscite a mantenere il loro livello internazionale, siamo in grado di uscire fuori dalla crisi».