26 maggio 2019
Aggiornato 16:30
Crisi mercati finanziari

«No a bad-bank, andrebbe contro cittadini»

Lo dichiara Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori

«La creazione di una bad-bank, suggerita dagli operatori sui mercati ai governi di Usa e UE, sarebbe dannosa per i piccoli risparmiatori ed investitori». Lo dichiara Antonio Borghesi, responsabile dell’economia e vice capogruppo alla Camera per l’Italia dei Valori.

«Una banca in grado di assorbire tutti i titoli tossici rimasti nei portafogli dei grandi istituti finanziari non equivarrebbe certo alla soluzione della crisi – spiega Borghesi - almeno non per i comuni cittadini, che non avrebbero più la possibilità di vedere un centesimo dei crediti, dal momento che verrebbe meno ogni legame con la banca originaria».

«Sarebbe, un grave errore, esattamente come la questione Alitalia. Un’iniziativa – conclude Borghesi -cui Italia dei Valori si oppone in difesa degli interessi dei cittadini».