18 giugno 2021
Aggiornato 17:00
È possibile presentare la richiesta di adesione fino al 15 febbraio

Il marchio ospitalità italiana certifica i ristoranti della Brianza

L’iniziativa della Camera di commercio di Monza e Brianza in collaborazione con ISNART e ACTL per valorizzare la ristorazione di qualità

MILANO - Dove fare l’aperitivo in Brianza? Dove andare a cena? Quali sono i ristoranti di qualità presenti sul territorio? E come riconoscerli? Grazie al «Marchio Ospitalità Italiana», promosso dalla Camera di commercio di Monza e Brianza e rilasciato da ISNART in collaborazione con ACTL.

Dopo essere stati valutati positivamente da una apposita Commissione, i ristoranti riceveranno l’attestato di qualità «Marchio Ospitalità Italiana» e la facoltà di beneficiare delle attività di promozione del marchio. I ristoranti interessati a partecipare all’iniziativa possono presentare la richiesta di adesione al progetto fino al 15 febbraio inviando una mail a sviluppoimpresa@mb.camcom.it.

Il «Marchio Ospitalità italiana», nato nel 1997 per il settore alberghiero e rilasciato dall’Isnart a livello nazionale, garantisce il consumatore sulla qualità del servizio, secondo criteri uniformi, orientandolo nella scelta. In origine pensato per gli alberghi, il «Marchio Ospitalità italiana», è stato progressivamente esteso alle altre tipologie di imprese turistiche (bar, ristoranti, agriturismi e Bed&Breakfast). Si tratta di un marchio volontario a validità annuale per certificare la qualità delle strutture e l’efficienza del servizio.